Progetto ISMO - Sistema di Informazioni sullo Stato dell’ambiente Marino del Golfo di Trieste

 

L'obiettivo del progetto è fornire un sistema di controllo che permetta l'osservazione globale e la divulgazione dei dati sullo stato ecologico ed oceanografico del Golfo di Trieste agli operatori di settore e al pubblico. Le informazioni meteorologiche, oceanografiche e biologiche acquisite in altri progetti che costituiscono i dati di base del progetto, saranno integrate da risultati modellistici. Le tecnologie moderne già allestite nel Golfo di Trieste saranno ulteriormente sviluppate (es. telecamere subacquee, simulazioni numeriche. La durata del progetto sarà rispettivamente di 30 mesi.

 

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

 

La gestione sostenibile del Golfo di Trieste si basa sulle conoscenze acquisite e sullo studio continuo dei cambiamenti che vi avvengono. Questo si realizza tramite misurazioni standardizzate e continuate nell’ambiente, scambio transfrontaliero di informazioni non disgiunti da una informazione costante dell’opinione pubblica.

 

Allo stato attuale sono attivi diversi sistemi di monitoraggio oceanografico del Golfo di Trieste svolti sia da istituiti scientifici sloveni che italiani. Le tipologie di misurazione derivano da stazioni fisse, allestite su boe oceanografiche, che effettuano un monitoraggio continuo e da campagne effettuate con imbarcazioni lungo transetti determinati. Da tale attività di rilevamento scaturisce una grande mole di dati ambientali che al momento non possiedono una loro organizzazione sistematica, mirata in particolare ad aumentare l’informazione pubblica in tempo reale ed a coordinare le ricerche transfrontaliere per la comprensione degli eventi ecologici nel Golfo di Trieste. L’analisi dei dati ambientali sul Golfo di Trieste ha permesso finora solo lo studio parziale delle dinamiche naturali marine ed è stato focalizzato su problemi specifici dell’ambiente marino, come ad esempio sfruttamento delle risorse ittiche, previsione di eventi biologici con impatto sul turismo (eventi di mucillagini, maree rosse, sciami di meduse). Il progetto esecutivo riguarderà la creazione di un sistema comune di osservazioni, informazione ed analisi nell’area nord-adriatica che permetterà un prezioso interscambio di dati e migliori interpretazioni scientifiche. Il fine è di contribuire ad una pianificazione efficace ed al controllo gestionale delle acque del Golfo di Trieste.

 

I partner del progetto hanno già preso parte con successo a numerosi progetti specifici finanziati da fonti diverse. Possiedono quindi le necessarie capacità per realizzare un ambizioso progetto comune, nel quale è previsto anche un monitoraggio automatizzato dell'ambiente marino. Questo permetterà ai partner transfrontalieri una gestione globale dei comuni problemi ecologici ed una pronta reazione in caso di necessità. Il sistema prevede anche misure oceanografiche ed ecologiche effettuate durante crociere, i cui risultati saranno analizzati dalla comunità scientifica transfrontaliera. Nel sistema sara inclusa un area protetta ed è prevista la divulgazione dei dati e dei risultati al pubblico. Gruppi target diretti e indiretti che ne beneficeranno: settore della pesca e acquacoltura, turismo, società di servizi ambientali, pubbliche amministrazioni, autorità portuali, protezione civile, polizia marittima, istituti di ricerca, scuole e mass media.

 

FINI, OBIETTIVI CONGIUNTI E RISULTATI ATTESI

 

L’obiettivo principale è quello di creare uno strumento innovativo di comunicazione transfrontaliero basato su reti informatiche e siti web. Tale strumento permetterà il collegamento diretto tra istituti scientifici sloveni ed italiani con lo scopo di:

 

- favorire l’integrazione e lo scambio di dati, metodologie e conoscenze tra istituti scientifici italiani e sloveni;

- analizzare ed interpretare i dati ambientali;

- informare in tempi rapidi gli operatori di settore ed il pubblico sullo stato del golfo;

- fornire alle amministrazioni pubbliche uno strumento per una migliore gestione transfrontaliera della fascia costiera e per la valorizzazione del patrimonio ambientale;

- sensibilizzare il pubblico sulle tematiche ambientali;

- fornire supporto didattico comune per gli istituti scolastici sloveni ed italiani;

- ottenere uno strumento di gestione finalizzato alla realizzazione di obiettivi congiunti in aree protette esportabile nell’area mediterranea;

- studiare con particolare attenzione gli eventi occasionali e straordinari (maree rosse, mucillagini, sciami di meduse, fenomeni di ipossie ed anossie, ecc.);

 

I risultati attesi saranno pertanto i seguenti:

 

- coordinamento delle attività modellistiche;

- integrazzione di database a GIS, accessibili tramite sistemi di comunicazione internet;

- realizzazione di sistemi acquisizione video esterne e subacquee e gestione dati oceanografici e biologici;

- costruzione di un sito web interattivo per visualizzare i dati aggiornati da differenti sistemi di misura (sistemi automatici, immagini da satellite, dati da crociere, analisi di laboratorio, registrazioni video, risultati di modelli);

- raccolta e diffusione informazioni sulla qualità ed origine del pescato e delle meduse;

- integrazione dei modelli numerici esistenti sul Golfo di Trieste in vista di un uso predittivo (nested models);

- organizzazione di eventi pubblici di informazione e divulgazione.

 

COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA TRA PROPONENTI E PARTNER DEL PROGETTO

 

Il progetto speculare "Studio dello stato trofico e delle anomalie del sistema Alto Adriatico” attualmente in corso dalla parte italiana, si occupa in particolar modo dello stato trofico nell’Adriatico settentrionale e delle anomalie ecologiche connesse ad esso. Invece il progetto da noi proposto non si occupa dello stato trofico del mare ma della diffusione, al comune pubblico, di informazioni sullo stato oceanografico ed ecologico, del monitoraggio ecologico in automatico ed dello scambio automatico di dati ed informazioni. Il progetto speculare italiano non include queste attività le quali sono comunque di fondamentale importanza per l’attivita’ complessiva del progetto proposto. I risultati del progetto verranno pubblicati sul sito Web del nostro progetto.